BIOGRAFIA

John Ronald Reuel Tolkien

nacque il 3 gennaio 1892 a Bloemfontein, in Sud Africa, da genitori inglesi.
Suo padre era un banchiere e morì improvvisamente, quando Ronald aveva quattro anni.

Il triste evento si verificò quando il piccolo era andato a trovare la sua famiglia in Inghilterra; sua madre non fece mai ritorno in Sud Africa ma si trasferì a Birmingham, dove Ronald fu educato in casa. 
Il futuro autore frequentò la King Edward’s school nella stessa città, dimostrando uno spiccato talento per la linguistica, così iniziò ad inventare lingue autonomamente. 

Nel 1910 vinse una borsa di studio presso l’Exeter College, dove studiò filologia. All’età di diciotto anni, Tolkien si innamorò di Edith Bratt, una ragazza di tre anni più grande di lui, ma il suo tutore, Padre Morgan, vietò qualsiasi contatto con la giovane donna finché Ronald non avesse compiuto ventun’anni. 
Edith, infatti, era protestante, mentre Tolkien un cattolico romano sotto la stretta sorveglianza del suo religiosissimo tutore.

La Prima Guerra Mondiale  scoppiò nel 1914 e Tolkien si arruolò volontariamente nell’esercito britannico, con un programma speciale che gli permetteva di proseguire i suoi studi.

Prima di partire per il fronte, sposò finalmente Edith, il 22 marzo 1916.
Tale unione influenzò la creazione di “Beren e Luthien”, uno dei racconti più importanti e affascinanti dell’autore. 

Egli combatté nella Battaglia della Somme e dopo contrasse la febbre di trincea, perciò fu costretto a lasciare il fronte e fu rimandato a casa.
Durante la convalescenza, scrisse parti integranti del suo legendarium, che dovevano comporre “Il Libro dei Racconti Perduti”, un tentativo da parte dell’autore di creare un apparato mitologico per l’Inghilterra, che non ne possedeva uno tanto vasto e complesso quanto quelli del mondo greco e latino, ad esempio. 

Il primo racconto sarebbe dovuto essere “La Caduta di Gondolin”, che fu scritto integralmente durante i mesi di convalescenza. 
L’autore non concluse mai tale progetto e quelle storie diventarono parte del Silmarillion, di cui lo scrittore non vide mai la pubblicazione. 

Nel 1920, assunse la carica di docente presso l’ Università di Leeds; là diventò amico del filologo E.V. Gordon e insieme collaborarono ad un’edizione di
“Sir Gwain e il Cavaliere Verde”, pubblicata nello stesso anno, Tolkien divenne professore di Anglosassone presso l’Università di Oxford, dove trascorse il resto della sua carriera da quel momento in poi.

Viaggiava raramente e intratteneva i suoi quattro figli –John, Micheal, Christopher e Priscilla– con storie riguardanti creature e terre inventate.

Divenne intimo amico di C.S. Lewis e Charles Williams, insieme appartenevano agli Inklings, un gruppo di letterati dell’ Università di Oxford, in cui numerosi studiosi tenevano dibattiti di carattere letterario, filosofico e religioso. Tolkien era solito leggere i suoi scritti ai compagni degli Inklings molto prima della loro pubblicazione.

Nei primi anni ’30 fu terminata la stesura del libro Lo Hobbit, che però fu pubblicato nel settembre 1937 dalla casa editrice “Allen and Unwin” come un racconto per bambini. Diventò un immediato successo, per cui era necessario un seguito di tale storia.
In quell’anno, iniziò a scrivere il suo capolavoro, Il Signore degli Anelli, che fu poi diviso in tre parti: La Compagnia dell’Anello, Le Due Torri e Il Ritorno del Re.

C.S. Lewis nominò l’amico per il Premio Nobel per la letteratura ma Tolkien non lo ricevette mai, poiché i giudici reputarono il fantasy come un genere di poca importanza.
Nel 1959 Tolkien andò in pensione e iniziò la revisione del Silmarillion.
Oltre agli scritti inerenti alle vicende della Terra di Mezzo, scrisse più di ventinove libri come il saggio “Un Vizio Segreto” (1931), Foglia di Niggle, pubblicato sulla rivista letteraria “Dublin Review” nel 1945, Il Cacciatore di Draghi (1949), Le Avventure di Tom Bombadil (1962), il ciclo di canzoni The Road Goes Ever On (1967), Il Fabbro di Wootton Major (1967).

Inoltre, contribuì alla traduzione di trentasei altri libri e si dedicò a trentanove periodici.
La sua produzione letteraria coinvolge anche il frutto dei suoi studi accademici in quanto filologo, come ad esempio “A Middle English Dictionary”, “Beowulf” “Sulle fiabe”.
Molti scritti dell’autore sono stati pubblicati postumi come La Storia della Terra di Mezzo (composta da 12 libri), I Figli di Hurin (2007), Beowulf (2014), La Storia di Kullervo (2015), Beren e Luthien (2017), La Caduta Di Gondolin (2018).
 

éala éarendel engla beorhtast

ofer middangeard monnum sended

(Ti saluto o Earendel, il più luminoso degli angeli
inviato sugli uomini della Terra di Mezzo)

Edith Mary Tolkien
Lúthien 1889-1971

John Ronald Reuel Tolkien
Beren 1892-1973
Tolkien morì il 2 settembre 1973 e nel 1977, grazie al figlio Christopher, fu pubblicato Il Silmarillion.

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU INSTAGRAM

Associazione di Promozione Sociale

Sede Legale nel comune di Firenze

C.F. 94282490484

email: terradimezzocosplayers@virgilio.it

Privacy Policy

This message is only visible to admins.
Problem displaying Facebook posts.
Click to show error
Error: Server configuration issue

Pin It on Pinterest